Ulassai – Ogliastra – Sardegna

18
febbraio
2013
#Trekking

A spasso per Ulassai (Og)

Ulassai è un paese dell’Ogliastra immerso nel verde, circondato da vallate e sormontato dai giganti di pietra che rendono caratteristico il paese: I Tacchi. Questa gigantesca muraglia di pietra è uno dei monumenti naturali di questo piccolo paesino sardo, ,nonché una delle maggiori attrazioni turistiche. Il mio amore per questo luogo è legato ad un’amica speciale che ci abita, e che già nell’estate del 2012 mi mostrò i luoghi simbolo del suo paese Natale. Questa volta ci torno con Danilo a febbraio, con un clima nettamente diverso, con un differente spirito ma sempre con la stessa adorabile guida, la mia Mary. Partiamo domenica 17, il sole ci accompagna lungo il viaggio d ‘andata. Arriviamo a Ulassai un po ‘ in ritardo rispetto ai piani, il risveglio e la preparazione della macchina hanno preso più tempo del previsto, quindi praticamente iniziamo la passeggiata all’ora di pranzo.Durante la giornata è scesa una nebbia degna dei migliori film d’avventura, ma neanche quella ci scoraggia e decidiamo comunque di iniziare la passeggiata al “canyon” seguendo il sentiero Sa Tappara. Il tempo di percorrenza è di circa 40 minuti,il dislivello non è eccessivo e il paesaggio circostante è a dir poco stupendo. Una volta arrivati scattiamo qualche foto e ci dedichiamo al pranzo del camminatore: panini! Il tempo peggiora, e inizia persino a cadere qualche goccia; noi da bravi esploratori vorremo continuare la passeggiata, ma decidiamo di scendere nuovamente al paese per evitare di venire sorpresi dalla pioggia. Sulla via del ritorno prenotiamo al famoso ristorante “Da Concetta”; la telefonata ha qualcosa di veramente comico, e Concetta in persona ci risponde entusiasta che saremo più che benvenuti a mangiare nel suo locale.
Il pomeriggio post-panino lo trascorriamo nell’attesa della “Pentolaccia” organizzata in piazza per i bambini, ma l’umidità e il freddo pungente fanno sì che ognuno torni al caldo (noi al B&B e Mary a casa) per una doccia calda, in attesa della cena. Culurgiones, casu axedu, pane carasau e pistoccu, salumi del luogo e l’immancabile seadas sono solo i nomi dei piatti tradizionali della cucina sarda, ma non c’è descrizione che possa rendere giustizia a tale bontà. L’unico modo di conoscerli e capirli è provarli, quindi…Da Concetta è nell’adiacente paese di Jerzu, via Umberto 11, strada principale del paese.
Iniziamo il secondo giorno con la colazione al b&b, ma poco soddisfatti passiamo a comprarci una tipica “coccoi prena”, sfoglia di pane ripiena di patate e menta, altra specialità di questo piccolo paesino. Finalmente sazi ci dirigiamo al sentiero che porta alla Grotta Basoccu. Il sentiero è quasi del tutto a picco sulla vallata, e tra panorami mozzafiato e qualche incidente di percorso (i segni non sono molto visibili e abbiamo deviato leggermente) siamo riusciti ad arrivare presso le “Domus de Janas” (Le case delle fate), ma dati diversi impegni e orari ristretti non abbiamo potuto proseguire sino al loro interno. Per questa volta ci accontentiamo di averle viste da lontano.
Andiamo via da Ulassai con un kg di culurgiones, 3 panini per il pranzo e un po’ di nostalgia per le tantissime cose che ci sono rimaste da vedere, come il Museo di Maria Lai, o la tessitura. Abbiamo quindi la scusa per ritornare presto in questo angolo d’Ogliastra così selvaggio e ricco di bellezze naturali, artistiche e…. enogastronomiche!

Mappa interattiva primo giorno

Distanza totale: 2408 m
Altitudine massima: 889 m
Altitudine minima: 727 m
Totale salita: 145 m
Totale discesa: -190 m
Scarica

Mappa interattiva secondo giorno

Distanza totale: 7049 m
Altitudine massima: 897 m
Altitudine minima: 523 m
Totale salita: 166 m
Totale discesa: -430 m
Scarica

Photo Gallery

Ulassai - Ogliastra - Sardegna

Nessun Commento

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>