Cammino di Sant’Antioco

08
ottobre
2011
#Trekking

Cammino di San’Antioco (Sardegna)

Il Cammino di Sant’Antioco è un trekking emozionante.
I sentieri che si percorrono durante questo viaggio sono il risultato del passaggio secolare di pastori, pescatori, soldati e animali, che lungo le coste dell’isola hanno vissuto, hanno lavorato, ma soprattutto hanno camminato per spostarsi da un luogo all’altro marcando tratti di strada ora uniti da un vero e proprio trekking che “circumnaviga” l’isola.
L’isola gode di una storia millenaria. Il cammino passa attraverso il villaggio preistorico di “Grutt’i Acqua” abitato da popolazioni native dell’età nuragica e altre numerose nuraghe.
E’ interessante anche la geologia e la geomorfologia dell’isola. Si cammina prevalentemente su terreno di origine vulcanica. Nella parte occidentale (verso il mare aperto), la costa è caratterizzata da pareti verticali o molto scoscese a falesia, intervallate da grotte e insenature, con poche ma grandi spiagge. Sulle alte falesie della costa occidentale nidifica il “falco della Regina” che in autunno migra in Madagascar, in Africa.
La costa orientale. che si affaccia sulla prospiciente Sardegna ha invece costa bassa e sabbiosa che nel punto di istmo che la collega alla Sardegna stessa, viene progressivamente ad assumere un aspetto lagunare, ideale per la vita di molte specie di volatili, tra cui il fenicottero rosa, i cormorani, le garzette e gabbiani.
Storia, geologia, fauna, flora, ma anche enogastronomia interessante. Si possono degustare grandi vini, e assaggiare ottimi piatti di carne e di pesce e ci si può rinfrescare con squisita frutta e verdura reperibile nelle bancarelle e nei negozietti dei paesi dell’isola.

Il Cammino di Sant’Antioco è tutto questo, e molto altro ancora…

[ Relazione tecnica trekking Sant'Antioco ]

Nessun Commento

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>