APPIEDI – Giorno zero

30
maggio
2015
#APPIEDI

APPIEDI, Brindisi-Mesagne 22km

“Facciamo troppe pause, di questo passo non arriveremo mai a Mesagne.” Tra me e me ripetevo sempre la stessa frase. Abbiamo fatto solo 5 km e il gruppo è già stanco. La giornata è stata più impegnativa del previsto: la partenza da Santa Maria del Casale, il taglio del nastro, l’incontro con le istituzioni e la visita della città di Brindisi hanno ridotto le poche forze che già avevamo.

Partiamo da Brindisi verso le 14.00, sotto un sole che asciuga la poca acqua che abbiamo (in corpo e nello zaino). Per non pensare alla stanchezza parliamo tra di noi e commentiamo i monumenti visitati con i ragazzi di BrindisiMyDestination, la bellissima colazione al B&B Templari, la benedizione al Santuario di Santa Maria del Casale e l’incontro al Palazzo Granafei-Nervegna con il Generale Genghi che mi ha consegnato la bandiera del Touring Club Italiano e che ora sventola sul mio zaino.

OMIMG_20150530_085644

S. è stanco. Come tutti noi ha dormito poco questa notte. Scopriamo che dorme poco da un po’ di giorni per finire tutto il lavoro che aveva da fare prima della partenza. Ha bisogno di riposare. Ci sono poche zone all’ombra per fermarci e appena troviamo un canneto gli passo dell’acqua per rinfrescarsi. Rimaniamo circa venti minuti all’ombra di quelle canne e ne approfitta per dormire.

Mesagne è ancora lontana, faccio il punto della situazione e mi accorgo che per arrivare all’ora stabilita non possiamo permetterci altre pause, ma so anche che senza pause rischiamo di non arrivare più perché qualcuno, compreso me, potrebbe sentirsi male.

È il primo giorno, la prima tappa, non possiamo arrivare con un ritardo esagerato. Abbiamo la conferenza stampa con l’ISBEM che ci ospita e con l’Università del Salento.

Il paesaggio rurale all’uscita di Brindisi non è dei migliori, discariche di materiale plastico, di catrame e di risulta sono ovunque. La strada sterrata favorisce il cammino, non è duro come l’asfalto e non fa male ai piedi, ma quello che vediamo fa male al cuore: la nostra terra inquinata. Siamo all’anno zero, al giorno zero.

IMG_20150530_140958

Arriviamo sulla provinciale e qui abbiamo il primo incontro del nostro viaggio. Da lontano vedo ferma sulla strada un’auto che ci guarda, dopo qualche esitazione ci viene incontro. È un ragazzo salentino che organizza viaggi in bicicletta, ha aperto da poco la sua attività “Slow Active Tours”. Chi meglio di lui può capire il nostro progetto, il nostro viaggio? Ci facciamo i complimenti a vicenda e ci salutiamo. L’incontro ci dà coraggio e andiamo avanti.

Mancano ancora 8km per Mesagne. S. e L. sono senz’acqua, io insieme agli altri beviamo le ultime gocce dalla borraccia. “V. , dove sei? Ci serve acqua, fresca possibilmente! Ti mando la posizione… grazie.” Non potevamo fare altrimenti. Senza acqua sarebbe stato un suicidio, i km sono ancora tanti e il caldo si fa sentire. I prossimi giorni saranno anche peggio.

Mentre aspettiamo V. ne approfittiamo per sistemare gli zaini: peso, regolazione e posizione sono essenziali. Io e A. aiutiamo gli altri con gli zaini e facciamo capire loro che uno zaino ben fatto pesa la metà.

Arrivano V. e F. con l’acqua! Scambiamo due parole con loro due e riprendiamo il cammino. È bello vedere i nostri cameramen che ci riprendono e soprattutto è bello farsi riprendere, sapere che saremo in un documentario.

Cala il sole e con lui cala il caldo, abbiamo un ritmo più veloce e la paura di arrivare con un enorme ritardo comincia ad andare via.

Vediamo Mesagne, per fortuna l’Hotel Convento Cappuccini è alle porte del paese. Tutta la fatica e la stanchezza che avevamo ormai non ci sono più, ormai siamo arrivati.

20150530_181002

 

2 Commenti

  1. Roberto

    14/11/2015 alle 23:51

    Bel modo di commentare l’esperienza, continuate così. Complimenti!

  2. EdenoStaff

    28/11/2015 alle 11:12

    Grazie Roberto,
    un abbraccio!!!

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>